Imprese e disabilità: storie di successo dalle aziende italiane. Il San Raffaele esempio di best practice anche in questo campo

Disabilità e mondo del lavoro, una questione delicata al centro di un incontro informativo organizzato dal Distretto Lions 108L Italy, che ha approfondito il tema guardando anche a storie di successo riguardanti aziende italiane. Il San Raffaele, anche in questo caso, rappresenta un esempio che va ben oltre la specifica attività aziendale.

A definire il quadro esistente in Italia, con particolare riferimento a persone con disabilità intellettiva, la Dr.ssa Claudia Condoluci, Responsabile Riabilitazione pediatrica e delle disabilità dello Sviluppo IRCCS San Raffaele  Roma. “La vera sfida del mondo del lavoro è l’inserimento di persone con disabilità intellettiva in contesti aziendali. In Italia c’è una buona normativa, che però trova difficoltà nell’applicazione pratica – ha spiegato Condoluci – l’inserimento nel mondo del lavoro di persone con disabilità intellettuali non gravi è un diritto. Oggi i casi di impiego si realizzano essenzialmente in strutture appositamente create, come cooperative e associazioni, o in realtà familiari, di piccole dimensioni e settori specifici”. “La sfida più importante – ha aggiunto - è l’inserimento anche in realtà aziendali di grandi dimensioni  e non in diretta relazione con la famiglia. In questo senso l’IRCCS San Raffaele dimostra che si può fare. L’Istituto, infatti, ha tra i suoi dipendenti una persona con sindrome di Down, che è entrata a far parte dello staff nel 2005, come addetto alla segreteria”.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha